Ecco la registrazione dell'evento

Scritto il 25/01/2021


L’Amministrazione comunale di Gallarate ha deciso di iniziare un percorso per la comprensione del disagio giovanile, partendo dagli adulti e organizzando una serata in cui condividere alcune importanti tematiche legate ai cambiamenti che stanno vivendo gli adolescenti oggi, al fine di avere strumenti pratici per poterli supportare al meglio.

 

I genitori sono, accanto ad educatori, insegnanti ed allenatori, i modelli di riferimento per i giovani” ha precisato l’assessore ai servizi sociali Stefania Cribioli, rilevando che “Il contesto attuale ha portato anche noi adulti a cambiare il nostro modo di essere, di pensare, di lavorare. Immaginiamo cosa tutto questo stia creando in un adolescente alle prese con uno dei passaggi più delicati della sua vita: il diventare adulto! Un caleidoscopio di emozioni, sensazioni, pensieri e sensazioni che oggi giorno si trovano a gestire in un contesto che continua a cambiare e a destabilizzare”.

 

Continuo a ritenere la maturazione culturale sia uno strumento essenziale per comprendere queste problematiche e per gestire le trasformazioni. L’attenzione e la consapevolezza sono gli strumenti per cogliere i cambiamenti, mentre la conoscenza storica dei fenomeni ci permette di comprendere le possibili conseguenze di certi atteggiamenti: bisogna consolidare una cultura dell’attenzione e del coinvolgimento” ribadisce l’assessore alla cultura Massimo Palazzi, osservando che “è dovere di ogni amministrazione mettere a disposizione le proprie competenze, poiché ogni settore può offrire spunti necessari per un’azione efficace e completa nel confrontarsi con la società”.

 

La presenza di importanti relatori come l’Avv. Stefania Crema, già ospite di simili iniziative organizzate a Gallarate (con l’Associazione Amici dei Licei e il Lions Club Gallarate Host) e Mons. Riccardo Festa, oltre agli stessi amministratori, vuole offrire spunti qualificati e una panoramica completa della complessa tematica analizzata.

L’obiettivo dichiarato dell’Amministrazione, è che questa serata possa davvero essere un punto di partenza per progetti più specifici, legati al supporto e sostegno di genitori e ragazzi in questo particolare momento storico.